One way charter Croazia

One way charter e' un modo di noleggio in cui il porto di partenza non e' uguale al porto di arrivo. Per esempio la rota piu' popolare in Croazia sarebbe da Dubrovnik a Spalato o l'altro seno intorno.


Alcune altre destinazioni sono disponibili pure, ma non tante barche sono disponibili per one-way, quindi, è meglio se si organizza il viaggio one-way, almeno circa 6 mesi prima che si prevede di andare.


Inoltre, non tante barche sono disponibili per qualsiasi percorso di one-way in Croazia, e che noleggio one-way prevede anche il costo aggiuntivo particolare. Le tariffe sono variabili, dipendono dalla rotta e ogni barca in particolare. I prezzi del costo aggiuntivo per il noleggio one-way variano da € 280 - € 900.


Percorso suggerito::


ONE WAY DUBROVNIK - SPLIT

GIORNO 1.

DUBROVNIK - LOPUD (BAIA DI SUNJ) - SIPAN (PORTO DI SIPAN)


Dubrovnik

Secondo del momento in cui si inizia la navigazione, le destinazioni possono variare. Ad esempio, se si arriva presto al giorno forse la meta da raggiungere durante il giorno potrebbe essere ulteriormente, come l'isola di Mljet, baia di Prozura, o forse Polace, l'ingresso al parco nazionale. Noi le presentiamo un'esempio di rotta iniziata a Domenica.


GIORNO 2.

SIPAN – MLJET - KORCULA


Korcula

Korcula presenta una destinazione obligatoria in questo viaggio, una vecchia città veneta, luogo a casa di Marco Polo, dicono, e la vivace vita notturna.


Il luogo di nascita di Marco Polo è stato costruito sulle fondamenta di una colonia greca, ed è il centro storico e turistico della più grande isola della regione di Dubrovnik. E 'famosa per le sue strade che sono modellati in forma di una lisca di pesce e ben conservati edifici gotici e rinascimentali.


Tra questi spicca la Cattedrale di sv. Marko [San Mark], il cui ricco guardie interne le opere dei grandi pittori italiani. Gli abitanti di Korčula hanno conservato i loro costumi e la medievale cavaliere gioco "Moreška" che si svolge per le strade della città. La cucina leggera mediterranea si sfideranno i palati anche dei palati più esigenti.


Insieme con i doni del mare (cozze, pesci, granchi), deliziosi dessert come Cukarin, Dubrovnik torte rožata e klašun andare molto bene con i vini locali Korčula - Grk, Pošip, Plavac e Rukatac.


Vicino alla città di Korčula, vi è un arcipelago di 20 isole disabitate coperte di fitta boscaglia, e una costa accessibile. Qui si trova anche l'isolotto leggermente più grande di Badija, con le sue spiagge di ciottoli e bella convento francescano.


GIORNO 3.

KORCULA – PAKLENI ISLANDS – HVAR


Hvar

Il centro della più soleggiata isola croata con lo stesso nome - Hvar è una miscela unica di lusso ambiente mediterraneo naturale, strato dopo strato, di un ricco patrimonio culturale e storico e del turismo sofisticato. Situato nel pittoresco ambiente naturale sul lato sud dell 'isola, circondata da possenti mura medievali, i campi magici e il profumo di lavanda, Hvar è un tesoro inesauribile di patrimonio monumentale, cultura e atmosfere. Il suo nome deriva dalla parola PHAROS - nome greco per l'isola di Hvar e la città che un tempo era al posto del presente Stari Grad (Città Vecchia), da cui ha preso il titolo di centro dell'isola nel 13 ° secolo. Dal suo castello Spanjol, alto sopra la città, la vista panoramica si apre sul verde Pakleni otoci (l'Inferno Isole) (ACI Marina Palmižana) e il mare aperto. La piazza principale della città di fronte alla cattedrale da parte l'Arsenale e il più antico teatro europeo del 17 ° secolo è un luogo di ritrovo preferito per i turisti. Molti musei nascondono preziose opere d'arte (L'Ultima Cena del 15 ° secolo nella sala da pranzo del convento francescano) e il Monastero dei Benedettini, famosa per il suo merletto da fibre di agave, è spesso visitata.


GIORNO 4.

HVAR – BLUE CAVE - VIS


Vis island

Lontano dalla terraferma e dai suoi problemi è l'isola di Vis, ricca di agrumi, palme e zone di pesca.


L'isola più lontana della Dalmazia centrale è Vis, famosa per il suo mare limpido e protetta mondo sottomarino, ricco di navi affondate e della flora e della fauna miracolose. A causa di un gran numero di baie nascoste, oasi di pace, che sono difficili da raggiungere, è un vero paradiso per i velisti.


Vis è un monumento storico nel suo complesso a causa delle numerose strutture conservate (resti della città antica di Issa, terme romane, necropoli Issa, case estive, le chiese, la grotta di Tito).


Dal Komiža, il villaggio di pescatori famoso, una meravigliosa vista si apre verso la più lontana delle isole adriatiche Palagruža, Sant'Andrea e Biševo, dove la bella Modra spilja (Blue Cave) emette un forte colore blu a causa del gioco di luce.


La città di Vis, nella parte settentrionale dell'isola, è situato in una vasta baia tranquilla, dove i marinai volentieri gettare l'ancora. Questo è esattamente dove più importante città della Dalmazia, la colonia greca di Issa, era situata nel 4 secolo a.C. Vis è nota anche per le sue prelibatezze gastronomiche - la Vis acciughe scone (Viška pogača) e pane Vis (Viski Hlib), una prelibatezza che risale ai tempi antichi e fatto di fichi.


GIORNO 5.

VIS – BRAC - STARIGRAD


Island Brac

L'isola di Brac è l'isola più alta e la terza più grande del Mare Adriatico. L'isola è nota per la sua qualità di pietra usata per costruire molti palazzi. Questa è l'isola con la sola pietra muratore scuola in Croazia.


La spiaggia Zlatni rat si estende ad ovest di Bol ed è una delle spiagge più grandi e belle naturali dell'Adriatico. Come una lingua che si estende quasi mezzo chilometro in mare, cresce con i depositi che vanno alla deriva di sassolini, cambiando la sua forma a seconda del vento e la direzione delle onde. Bol è un paradiso per i surfisti a causa del vento favorevole, che soffia sempre. C'è una serie di alta classe complessi alberghieri e appartamenti privati lungo la spiaggia e il promenade.In costiera vicinanze del centro della città sono una casa estiva barocca, il castello, la chiesa parrocchiale e la piccola piazza "pjaceta". Sul lato orientale , un monastero domenicano, uno dei più belli d'Europa, sorge sulle peninsula.Only Glavici due ore di cammino da Bol sono siti di eccezionale valore - il deserto Blaca (chiesa e convento del 16 ° secolo) e Zmajeva spilja (una grotta ricca nei rilievi, e sede di sacerdoti glagolitici).


GIORNO 6.

STARIGRAD – SPLIT


Split Croatia

Stari Grad (Città Vecchia) - Pharos, la più antica città della Croazia, fondata dai greci antichi in 384 aC, è il cuore storico dell'isola di Hvar, una delle dieci isole più belle del mondo, noto per la seducente profumo dei suoi campi di lavanda. La città è situata dove la profonda baia tocca il verde dei campi vasti - l'Ager Hvar famosa (campo Starigrad), che è incluso nella lista UNESCO del patrimonio mondiale e culturale.


Il campo di Starigrad, il campo più grande e più fertile delle isole dell'Adriatico, si estende per 6 km a est di Vrboska, ed è delimitata dai pittoreschi villaggi di Dol e Vrbanj sulle sue pendici meridionali. Questo paesaggio culturale è il miglior sito conservato di parcellizzazione antico della terra (HORA, AGER) nel mondo. Ci sono molti resti di fabbricati agricoli antichi - la cosiddetta villa rustica. Il campo è in gran parte coltivati a viti ed olivi, come una volta di essere in tempi antichi, ed è un paesaggio unico, vivo antico sul Mediterraneo.


La parte più importante del patrimonio culturale di Stari Grad è Tvrdalj, il castello fortificato rinascimentale con un stagno di pesce e il giardino (16 ° secolo), che è stato di proprietà del famoso poeta croato, Petar Hektorović.